lunedì 26 aprile 2010

COTTURA FIMO 2 ... ALCUNI ACCORGIMENTI


Dopo aver cotto il fimo, se avete utilizzato il forno di casa e non dunque uno a parte, è molto importante farlo arieggiare bene. Questo serve ancora una volta, ad essere prudenti, infatti anche se le particelle tossiche si sprigionano solo nel caso in cui il fimo bruci, io penso sempre che un po’ di accortezza in più, quando si parla di salute, è sempre meglio usarla.

Si può usare inoltre, una teglia da forno apposita, coprendola mentre cuociamo, con un coperchio metallico o in vetro (il vetro è molto più comodo, ci permette di osservare la cottura senza doverlo alzare e rischiare inutili bruciature). Sempre perchè: “la prudenza non è mai troppa”.
Se usate la teglia, dovete calcolare qualche minuto in più per la cottura, a seconda della grandezza dei pezzi. Tranquille, niente di troppo difficile con qualche prova.
Se i pezzi invece, sono di piccole dimensioni, potete anche cuocerli direttamente sulla griglia del forno, con l’accortezza di poggiarli sopra ad un foglio di carta da forno.

Cos’altro dire? Il fimo non può essere cotto per bollitura, ma sinceramente non ho mai provato, visto che secondo me anche per piccoli pezzi c’è un metodo molto più efficace, ossia quello della bollitura a bagno maria. Nei prossimi post ne parlerò brevemente e metterò il link di un video trovato su youtube, che anche se non fatto troppo bene, rende l’idea di cosa si deve fare, anche per le meno esperte…

Ultimo consiglio del giorno: se cuocete qualche oggettino e non siete sicure che la cottura sia perfetta, basta premere un unghia sull’oggetto; se rimane il segno, allora serve ancora qualche minuto di cottura, magari abbassando un po’ la temperatura del forno, ad esempio a 100°, se invece, ciò non accade, allora complimenti… la vostra cottura è perfettamente riuscita !!!
Se invece avete cotto troppo, gli oggettini potrebbero o aver cambiato colore (soprattutto il bianco e i colori chiari tendono a ingiallirsi, se cotti troppo), o peggio si potrebbero essere create delle bollicine… niente paura ci sono degli accorgimenti che possono mascherare i nostri errori di cottura, in modo da non dover buttare il tutto, ma naturalmente se le bolle dovessero essere molte o l’oggetto si è annerito… il cestino è l’unica fine che può fare …

Un bacione a tutte sono felice che i miei consigli siano utili…
Vi aspetto ai prossimi post e quando leggete lasciate un commento o mandatemi una mail, mi fa sempre molto piacere vedere che il mio lavoro è apprezzato…

Silvia

8 commenti:

Roberta ha detto...

Ciao Silvia,
nel tuo blog ci sono sempre spunti interessanti.
Sai che non riesco a immaginarmi il fimo bollito!
Interessanti anche i mini stampini....mi è vwnuta la tentazione di provare a farli..ma ci vuole una pazienza!
A presto
Roberta

silvia85 ha detto...

Ciao Roby grazie mille... guarda gli stampini sono facilissimi soprattutto quello a cuore... ci vuole solo un po' di pazienza per aggiustare sempre di più la forma e renderla il più possibile bella... ma sono davvero molto utili...
io ho deciso di farne altri per farli utilizzare ai bimbi che faranno il mio corso creativo... a proposito ai qualche progettino semplice da consigliarmi? sto cercando il materiale e non so da dove cominciare... saranno bambini di terza e quarta elementare...
un bacione silvia

Laurla ha detto...

CIao Silvia,
grazie del tuo messaggio, è bello condividere esperienze e passioni.
Complimenti per il tuo blog, è veramente interessante e carinissimo!!!!!
Un bacione!!!
Laura

Roberta ha detto...

Ciao Silvia,
volevo a proposito un chiarimento...il gruppo dei bambini segue un percorso creativo di più giorni o di una giornata.
raccolgo qualvhe idea e poi ti mando una mail...o ci sentiamo telefonicamente
Roberta

silvia85 ha detto...

Ciao Roby, i bambini dovrebbero essere su per giu 5 e vorrei fare lezioni da 2 ore, per un totale di 6 lezioni o forse anche 8... questo a seconda di chi rimane anche a luglio o chi va in vacanza... io ho già fatto una lista dei progetti che vorrei fargli realizzare se mi dai la tua mail ne parliamo meglio... grazie mille per l'interessamento...
un bacione silvia

lucia ha detto...

ciao!!ho cotto il fimo in un fornetto "per brioches" ma si sono formate delle piccole bollicine!!forse la temperatura è troppo elevata?e c'è un modo per rimediare alle bollicine sulla creazione??grazie mille!!!

piilli ha detto...

Ciao Silvia! Grazie per i consigli, mi sei stata molto d'aiuto! spero che i miei regalini di natale in fimo vengano bene! :D
grazie mille!

Silvia ha detto...

x lucia: anche a me è successo in passato, se si fose rattato di una bambolina ad sempio, potevi aggiungere sopra la bolla un altro elemento e ricuocere ma nel tuo caso non credo s possa fare, a meno che non faccia con del fimo marone come una colata sopra di nutella ;)

x pilli: sono felice che ti siano serviti i miei consigli, vedrai che i regalini verranno bellissimi, io di solito mi faccio le decorazioni per creare poi i biglieti di natale e non comprarli. Sono più originali, piacciono a tutti tantissimo e riciclo un po' tutto ciò che ho in casa, carte, bombolette spray con la neve dell'anno prima ecc ecc un bacione

a presto
sto scivendo nuovi post conto di pubblicarli a breve e scusatemi dell'attesa...

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails